Tavole di San Giuseppe

Le tavole di San Giuseppe sono un’antica tradizione che si svolge ogni anno in alcuni piccoli paesi del Salento, nelle vicinanze di Otranto. Sono delle tavolate allestite nelle case private degli abitanti in devozione a San Giuseppe. La tavola principale è allestita con un’immagine di San Giuseppe, fiori, arance e pane. Il pane è a forma di tarallo e su ognuno vi è un simbolo diverso che rappresenta una santità. La tavola puo’ essere piccola e quindi composta da 3 pani, fino alla piu’ grande con 13. Intorno alla tavola principale vengono allestiti dei banchetti dove vengono posizionate le pietanze tipiche dei festeggiamenti di San Giuseppe, come lo stoccafisso, i ciceri e tria, i lampascioni ecc. Queste possono essere cotte o crude, a seconda se sulla tavola ci sono le pietanze cucinate o soltanto gli ingredienti. La sera del 18 marzo le case vengono aperte ai numerosi visitatori, ai quali viene offerta una pagnotta benedetta dal sacerdote, che entra di casa in casa durante la processione nel primo pomeriggio, e dei dolcetti al miele fritti. Tutte le pietanze delle tavolate vengono consumate il 19 a pranzo insieme a parenti e vicini in un momento di riconciliazione e condivisione. Entrando in queste case si avverte un’atmosfera di devozione carica di intimità, rispetto e silenzio. In alcuni casi questa atmosfera è però contrastata dall’eccessivo carico di elementi e decorazioni, come ad esempio i  banchetti carichi come in un reparto di supermarket.

Anno 2014/2016

 

DSC_2957okOK

 

DSC_8982ok

 

DSC_8990ok

 

DSC_9020ok

 

DSC_9032ok

 

DSC_6170oksenzascoloraPIU'SATURA

 

DSC_4157ok

 

DSC_9049ok

 

DSC_9036ok

 

DSC_4149ok

 

DSC_4156ok

 

DSC_9086ok

 

DSC_9080ok

 

DSC_9053ok

 

DSC_9072ok

 

DSC_9089ok

 

DSC_9041oksenzalampadarioetermosifone

 

DSC_6188ok

 

DSC_9031ok

 

DSC_9028ok

 

DSC_6163okSENZAPASSAGGIOscolora

 

DSC_9027ok

 

DSC_8996ok

 

DSC_9081ok

 

DSC_4163ok

 

DSC_4160ok

 

DSC_9091ok